Don’t cry alla Crai è il primo singolo estratto da Quanto Basta Vol. 3, il terzo disco del cantautore bolognese Gian Marco Basta

In uscita il 15 settembre. Un brano ritmato e coinvolgente che racconta di un amore disgraziato e che si pone come critica della società consumistica.

IL SINGOLO

Un ragazzo si innamora della commessa della CRAI, ma è così timido che non riesce a confessarle il suo amore. Cosi lui, in modo ossessivo-paranoico, riempie il suo vuoto esistenziale comprando, comprando, comprando… Una canzone debitrice di Sartre e, insieme, una feroce critica della società consumistica.
Guarda il video di “Dont cry alla Crai”:

IL DISCO

“Quanto Basta Vol.3” è il terzo disco in studio di Gian Marco Basta, che vedrà la luce il 15 settembre 2018. Registrato all’ Underground Studio di Bologna, con gli arrangiamenti di Claudio Giovannini e di Giuseppe Quaranta, il disco conta dieci brani dove il “cantattore tragicomico racconta le sue storie metropolitane e un po’ sgangherate di ultra-marginali, perdenti, disgraziati, amori andati a male e di sfighe di umanità varia.

E nonostante tutto questo, o forse proprio grazie a questo, riesce a farti ridere”, come racconta lo scrittore e giornalista Nando Mainardi. Tra ballad sull’amicizia (Il Miglior Amico – To Lorenzo),
serratissimi swing (Accalappiacani) e polke ritmate, echi delicati che rimandano a Sergio Endrigo (Via Altaseta, 3) ma anche ai più ironici Enzo Jannacci e Piero Ciampi, Gian Marco Basta canta della commedia nella tragedia in un modo semplice e canzonatorio, restituendoci il suo più sincero ritratto in musica.

 

BIOGRAFIA GIAN MARCO BASTA

Gian Marco Basta, cantautore bolognese, inizia la sua carriera recitando poesie nei locali della sua città, delle quali pubblica due raccolte: “Pierrot Randagio” (2002) e “Bisogna Vivere!“(2008) editi entrambi da Libro Italiano di Ragusa.

Nel 2009 partecipa al Laboratorio di teatro-canzone di Enzo Jannacci alle Scuole Civiche di Milano, che lo porta alla scoperta del mondo cantautorale. Nel 2013 partecipa a due laboratori di
recitazione teatrale condotti da Dario Fo e Franca Rame, alla Libera Università di Alcatraz, Perugia. Nello stesso anno pubblica l’album “Teatrino di Basta”, co-prodotto dall’Associazione Culturale Studio SoundLab di Bologna.

Ad inizio 2016 esce per FonoFabrique il suo secondo album “Secondo Basta: dodici canzoni tragicomiche”. Dopo aver aperto il concerto di Tullio De Piscopo nel 2017 all’Estragon di Bologna,
lavora al suo terzo disco “Quanto Basta, Vol.3” il cui video del singolo “Don’t cry alla Crai” ha da poco superato le 100mila visualizzazioni e la cui uscita è prevista per il 15 settembre 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.